Immagine in evidenza articolo Volkswagen Maggiolino, l’auto che percorre la storia

Volkswagen Maggiolino, l’auto che percorre la storia

Famoso con vari nomi e pseudonimi, il Maggiolino nasce per volere di Adolf Hitler, che intendeva l’automobile non come una prerogativa per pochi ma una comodità per tutti. Il progetto venne affidato a Ferdinand Porsche, ingegnere austriaco che in seguito fondò l’omonima casa automobilistica.

Esistono moltissimi modelli che hanno scritto la storia dell’automobile ma pochi vengono ricordati e apprezzati a lungo. Bisogna essere appassionati del settore per sapere che la Ford Model T è la prima autovettura prodotta in serie tramite la catena di montaggio o che la prima a essere prodotta industrialmente e quindi la prima vettura in assoluto è la Benz Patent Motorwagen. Molti modelli rimangono per l’enorme successo commerciale o perché semplicemente piacciono esteticamente ma sono poche le automobili che hanno cambiato il corso degli eventi e che sono conosciute in tutto il mondo; una di queste è il Maggiolino Volkswagen.

Famoso con vari nomi e pseudonimi, il Maggiolino nasce per volere di Adolf Hitler, che intendeva l’automobile non come una prerogativa per pochi ma una comodità per tutti. Il progetto venne affidato a Ferdinand Porsche, ingegnere austriaco che in seguito fondò l’omonima casa automobilistica. Le direttive erano di creare un’auto affidabile, abbastanza veloce e dal prezzo accessibile. Il successo fu immediato e dal 1938 al 2003 sono stati venduti più di venti milioni di Maggiolino. Celebri le sue apparizioni in vari film e libri che hanno contribuito a rendere la berlina Volkswagen l’icona di stile che ancora oggi vanta tantissimi estimatori.

In Europa la produzione del Maggiolino terminò nel 1980 con la versione cabrio e venne spostata in America Latina dove continuò fino al 2003. L’erede del primo modello prodotto dalla Volkswagen nacque quasi per caso nel Centro stile con sede in California. Fino ad allora nessun produttore aveva mai osato lanciare in chiave moderna un modello con un passato così importante e la Volkswagen New Beetle è la capostipite di quella nicchia di mercato che anche altri produttori hanno in futuro intrapreso.

Il modello rievocativo del Maggiolino non riscosse il successo previsto – almeno in Italia – nonostante l’accoglienza positiva del pubblico ma ottenne comunque dei buoni risultati soprattutto nel periodo iniziale della commercializzazione. La limitata offerta prevista per le motorizzazioni e le forme che sebbene rievocavano in maniera eloquente il vecchio modello, mancavano di quel fascino che tanto aveva contraddistinto il Maggiolino originale.

Con la terza generazione, entrata in commercio nel 2011, il Maggiolino oltre al nome originale, riacquista anche il carattere distintivo della prima versione. Il profilo più basso e slanciato ora è più sportivo e accattivante. Il Maggiolino è lungo 4.278 mm, largo 1.808 mm e alto 1.486 mm con un vano bagagli da 310 litri con i sedili in posizione e 905 litri con i sedili posteriori reclinati mentre la versione Cabriolet ha un vano bagagli da 225 litri. In questa versione il tetto impiega 9,5 secondi per aprirsi completamente e 11 secondi per chiudersi, il tutto può svolgersi anche in movimento ad una velocità massima di 50 Km/h.

Cinque le motorizzazioni previste, tre benzina – 1.2 da 105 cv, 1.4 da 160 cv e 2.0 da 210 cv – due diesel – 1.6 da 105 cv e 2.0 da 140 cv – e due versioni, la Design e la Sport. Tutte le versioni esclusa la 1.2 sono disponibili anche con cambio automatico DSG. Ampia la gamma di optional che prevede anche pacchetti speciali e accessori per personalizzare il nuovo Maggiolino.

I prezzi partono per la versione 1.2 TSI Design da 20.500 euro per le motorizzazioni a benzina e 23.550 euro per la versione d’accesso 1.6 TDI Design a diesel, rispettivamente i prezzi per la Cabriolet sono 24.250 euro per la 1.2 TSI Design e 27.300 euro per la 1.6 TDI Design.

Pubblicato il 12-09-2016 da Amministratore

Tags: volkswagen maggiolino promagazine

Categorie: Brand Volkswagen News

Immagine in evidenza articolo DS 7 CROSSBACK -  Tecnologia e Adas

DS 7 CROSSBACK - Tecnologia e Adas

DS 7 CROSSBACK è un mix unico di tecnologia ed eleganza, e riporta nell’esperienza al volante quel savoir-faire tipicamente parigino che ne contraddistingue il design grazie ai nuovi sistemi di assistenza alla guida, a partire dai DS ACTIVE LED VISION che adattano automaticamente il...
Immagine in evidenza articolo SUZUKI è ancora main sponsor del Torino

SUZUKI è ancora main sponsor del Torino

Per il sesto anno consecutivo Suzuki sponsorizzerà il Torino football Club . Anche nella stagione 2018/2019 la Casa di Hamamatsu sarà, infatti, Main Sponsor della squadra granata, un ruolo che riveste dal lontano 2015, inizialmente come Official Sponsor, poi come Sponsor...
Immagine in evidenza articolo CITROËN C1 si rinnova con C1 ELLE

CITROËN C1 si rinnova con C1 ELLE

City car frizzante e facile da guidare, venduta in oltre un milione di esemplari, Citroën C1 affronta il 2018 con freschezza e ottimismo. Vera protagonista di una mobilità urbana accessibile, confortevole e rilassata, punta su una gamma ancora più ricca e diventa...
Copyright 2016 - PROmagazine | condizioni di utilizzo | privay | cookie