Immagine in evidenza articolo Ho il mal d'auto: guido io!

Ho il mal d'auto: guido io!

La chinetosi (o cinetosi) è un disturbo neurologico che alcuni individui provano in seguito a degli spostamenti ritmici o irregolari del corpo durante un moto, ad esempio in altalena, su di una giostra o durante viaggi con mezzi di trasporto quali nave, automobile, aereo ecc.

Se soffrite di mal d’auto, saprete probabilmente che essere alla guida comporta molti meno fastidi che essere passeggeri. Soprattutto se siamo soliti viaggiare con bambini al seguito sappiamo molto bene di ciò che parliamo, anche se il fenomeno è diffuso pure negli adulti. La riprova ce la da la semplice constatazione di apprendere che a soffrire di mal d’auto (o più scientificamente chinetosi) in Italia sono ben sette milioni di persone.

La chinetosi (o cinetosi) è un disturbo neurologico che alcuni individui provano in seguito a degli spostamenti ritmici o irregolari del corpo durante un moto, ad esempio in altalena, su di una giostra o durante viaggi con mezzi di trasporto quali nave, automobile, aereo ecc.

Ma perché a soffrirne meno è proprio il guidatore rispetto ai passeggeri? In precedenza, si riteneva che il mal d’auto avesse qualcosa a che fare con l’incoerenza delle informazioni tra i diversi sensi (gli occhi vi dicono che sieste fermi dentro l’auto, ma il corpo riceve sensazioni di movimento), e qualcuno attribuiva ciò ad una sovra-stimolazione delle parti interne dell’orecchio.

Uno studio condotto dall’Istituto Navale Israeliano per la Medicina Iperbarica ha invece scomposto i diversi aspetti dell’esperienza del viaggio in auto, costruendo una speciale macchina “generatrice di nausea” grazie alla quale alcuni soggetti, collegati assieme attraverso speciali caschi, controllavano i movimenti della testa e la rotazione del corpo degli altri partecipanti.

E’ emerso così il fatto che “essere in controllo” riduce notevolmente la nausea rispetto a subire passivamente i movimenti: i ricercatori ritengono che a influenzare il livello di nausea in modo determinante sarebbero fattori legati alla percezione del movimento e alla “previsione” dello stesso.

Pubblicato il 20-09-2016 da Amministratore

Tags: mal d'auto malessere chinetosi promagazine

Categorie: Approfondimenti

Immagine in evidenza articolo Ordinabile la nuova Opel Insignia GSi

Ordinabile la nuova Opel Insignia GSi

Opel Insignia GSi è stata presentata in anteprima al Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte . Chiunque voglia provare questa bomba può finalmente soddisfare i propri desideri, grazie all’apertura degli ordini della dinamica ammiraglia Opel. I prezzi di...
Immagine in evidenza articolo Suzuki è auto ufficiale del Festival di Sanremo 2018

Suzuki è auto ufficiale del Festival di Sanremo 2018

Suzuki è l' Auto Ufficiale del Festival di Sanremo 2018 . La Casa di Hamamatsu ha deciso di legare nuovamente e per il quinto anno consecutivo la sua immagine al Festival della Canzone Italiana , la cui 68a edizione andrà in scena  dal 6 al 10 febbraio  al...
Immagine in evidenza articolo Un prestigioso premio per la nuova Volvo XC60

Un prestigioso premio per la nuova Volvo XC60

La nuova Volvo XC60 , il SUV medio di lusso della Casa svedese, è la vincitrice del premio North American Utility of the Year 2018 , oltre ad essere la seconda vettura a marchio Volvo ad aggiudicarsi l’ambìto riconoscimento, dopo la XC90 nel 2016. La conquista del...
Copyright 2016 - PROmagazine | condizioni di utilizzo | privay | cookie