Immagine in evidenza articolo Audi Environmental Foundation sostiene i giovani ricercatori

Audi Environmental Foundation sostiene i giovani ricercatori

Premio per i contributi alla gestione delle risorse

La Audi Environmental Foundation e la Technical University of Munich (TUM) hanno premiato le tesi di laurea di due giovani scienziati con il "Sustainable Resource Management Award." L'SRM Award ha istituito un premio in denaro di 1.500 euro assegnato ai diplomati TUM del Corso di studi sulla gestione delle risorse sostenibili per la settima volta. Riconosce in particolare le idee nel rispetto dell'ambiente e sostenibili. Una delle premiate, Daniela Angelova, ha trattato concetti per lo sviluppo urbano orientato al futuro e mentre Diana Young ha sviluppato approcci per impianti di biogas più efficienti.

Daniela Angelova (28 anni) ha lavorato su ambienti di vita urbani con l'esempio di Bahir Dar in Etiopia. Esamina l'uso del suolo all'interno e intorno al capoluogo africano e analizza i fattori socio-economici. Ha scoperto che negli ultimi 30 anni, le aree edificate erano cresciute a Bahir Dar a spese delle terre arabili, dei prati, dei terreni incolti e delle vicine foreste del Nilo Azzurro. Ciò ha comportato danni all'ecosistema. Angelova ha identificato fattori come la crescita della popolazione e la vicinanza a ospedali, scuole e altre strutture pubbliche come motori della crescita urbana. Nel frattempo «Audi Environmental Foundation ha sostenuto progetti per il rimboschimento delle foreste di querce dal 2009. Siamo ora interessati a quale influenza possa avere la vicinanza delle foreste alla città» ha affermato Recknagel.

Il secondo vincitore, Diana Young, ha studiato funghi negli impianti di biogas. Ha quindi sviluppato scenari su come il supporto di tale fungo potrebbe portare a una produzione più efficiente e sostenibile di biogas. Young ha anche analizzato la temperatura, il contenuto di ossigeno e i valori di pH nelle piante e ha utilizzato i risultati per sviluppare ipotesi per processi migliorati. Gli studi di follow-up potrebbero continuare questo lavoro. «Il biogas è considerato un'importante fonte di energia sostenibile perché la sua produzione può utilizzare materiali rinnovabili, smaltire i rifiuti e riciclare i prodotti alimentari. Solo in Germania ci sono migliaia di piante che potrebbero trarre profitto dai risultati », ha dichiarato Philipp Benz della cattedra TUM per i processi bio-legno.

«Le tesi di entrambi gli scienziati dimostrano in modo impressionante che l'uso attento delle risorse può avere un impatto importante. Forniscono anche risposte a importanti domande del nostro tempo», ha dichiarato Rüdiger Recknagel, amministratore delegato della Audi Environmental Foundation. La Fondazione promuove tecnologie per l'uso sostenibile ed ecocompatibile delle risorse naturali e sostiene la ricerca e lo sviluppo.

Pubblicato il 16-02-2018 da Chiara Malaguti

Tags: Audi Audi Environmental Foundation Promagazine

Categorie: Brand Audi News

Immagine in evidenza articolo Nuova 500L S-Design

Nuova 500L S-Design

Sportività urbana e stile distintivo. Arriva la Fiat 500L S-Design , la nuova serie speciale che esplora un nuovo modo di essere " Cool & Capable ", completando al contempo la famiglia S-Design per esprimere esclusività, dinamismo e personalità capaci di...
Immagine in evidenza articolo Alfa Romeo svela la gamma B-Tech

Alfa Romeo svela la gamma B-Tech

Si è appena concluso l'evento attraverso il quale Alfa Romeo ha presentato la nuova gamma B-Tech , disponibile in tutte le concessionarie Alfa Romeo. B-Tech accompagna il successo di Giulia , Giulietta e Stelvio offrendo una caratterizzazione estetica che mostra esclusivi...
Immagine in evidenza articolo E' partito il Jeep Experience Tour

E' partito il Jeep Experience Tour

E' già in viaggio il Jeep Experience Tour , l'evento che si sposterà in sei importanti città europee consentendo al pubblico di toccare con mano la doppia anima del brand, in cui convivono wildness e attitudine urbana, che si esprime perfettamente nei...
Copyright 2016 - PROmagazine | condizioni di utilizzo | privay | cookie